Segnalazione della banca tra “i cattivi pagatori”: necessario il preventivo avvertimento ex D.lgs. 196/03 con obbligo della prova della sua ricezione.

Il cliente di una finanziaria viene segnalato nei Sistemi di Informazione Creditizia (SIC) come “cattivo pagatore” a seguito di un ritardo nel pagamento imputabile a un disguido tecnico; quindi, si rivolge all’autorità giudiziaria contestando la violazione, tra le altre, delle disposizioni di legge in tema di trattamento dei dati personali di cui al D.lgs. n. 196 del 2003 che prevedono l’obbligatorietà del preavviso dell’imminente registrazione nei SIC dei dati che lo riguardano.
I giudici di primo grado confermano la bontà del comportamento della finanziaria e la vicenda viene rimessa al vaglio dei giudici di legittimità a seguito di ricorso proposto ex art. 152 del D.lgs. 30 giugno 2003, n. 196, nel testo vigente prima dell’entrata in vigore del D.lgs. 1 settembre 2011, n. 150, art. 10.
La Corte di Cassazione, con l’ordinanza n. 14684 del 13 giugno 2017, censura l’operato dell’intermediario finanziario non solo confermando la necessità del preventivo avvertimento circa l’imminente “segnalazione” del soggetto ma sottolineando altresì la natura recettizia dello stesso, ai sensi del comma 4 dell’art. 7 del D.lgs. 196/03, in quanto specificamente diretto alla persona dell’interessato e inteso a manifestare la decisione dell’intermediario medesimo di provvedere alla classificazione di “cattivo debitore” del destinatario interessato, con tutti gli effetti che ne conseguono, nel perdurante difetto di regolarizzazione della propria posizione da parte di quest’ultimo entro il periodo di preavviso.
Perciò – concludono i giudici di Piazza Cavour – “l’efficacia della dichiarazione di “avviso” si produce quando la stessa giunge a conoscenza del destinatario interessato, con la presunzione relativa che la conoscenza si abbia nel momento in cui la dichiarazione raggiunge l’indirizzo del destinatario”, con conseguente somministrazione della prova dell’arrivo a destinazione della medesima.